Premio Cimitile XXIV edizione

La strada verso l’affermazione di un progetto è lunga e difficile. Se, però, il progetto è volto allo sviluppo sociale e culturale del nostro Sud, passione, volontà e tenacia possono bastare. Del resto, ogni percorso ha una partenza ed un arrivo. Ciò che è importante è che la fine siano forieri di valore aggiunto, di successo, di affermazione. E’ il caso del Premio Cimitile: dal 1996, ad oggi, un percorso ultraventennale che ha visto un succedersi di affermazioni culturali e sociali senza precedenti nella storia della cultura e dell’associazionismo locale. La scena nazionale ed internazionale, che ormai gli compete, è una realtà che neppure gli stessi ideatori e promotori pensavano di raggiungere. L’associazione Obiettivo III Millennio, nata nel 1994 a Cimitile e presieduta dal Dott. Felice Napolitano, nel 1995 tra le varie iniziative, organizza la mostra del libro degli scrittori conterranei, da dove nasce l’idea da parte del Presidente Napolitano di realizzare la rassegna letteraria “Il libro incontra le Basiliche” Premio Cimitile, infatti, si pensò di abbinare l’arte e la lettura nello splendido scenario delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile. Nel lontano 1996, la volontà di portare la cultura e l’editoria nazionale a Cimitile era fortissima, e con essa quella di far conoscere a tutt’Italia il Complesso Basilicale di Cimitile. I soci di Obiettivo III Millennio rappresentavano niente più che un gruppo di persone, in un piccolo paese di circa 7000 abitanti, dalle belle speranze, con tante capacità e tante ambizioni, ma con un progetto più grande di loro. Ma i sacrifici fatti, alla fine, li hanno premiato. Dai primi anni gestiti dall’Associazione Obiettivo III Millennio, ai successivi che hanno visto il passaggio del Premio Cimitile all’Ente Premio Cimitile, per giungere al suggello finale della Fondazione, alla ricerca di una struttura stabile che garantisse il futuro al Premio Cimitile, la naturale evoluzione verso l’alto di un progetto culturale di respiro nazionale ed internazionale.

Il PREMIO CIMITILE, oggi è una rassegna letteraria nazionale, un grande attrattore culturale, uno degli eventi culturali più importanti della Regione Campania, una grande opportunità di promozione turistica, culturale, ed economica del nostro territorio.

La Fondazione Premio Cimitile, che organizza l’evento, vanta come suoi fondatori: Il Comune di Cimitile, La Regione Campania, la Città Metropolitana di Napoli, l’Associazione Obiettivo III Millennio, Felice Napolitano, quindi, uno dei pochi esempi in Campania che racchiude in se un mix di enti pubblici, privati ed associazioni e dal 2009 è entrata a far parte dell’Albo Regionale degli Istituti di Alta Cultura.

Le sezioni del Premio sono sette: Narrativa inedita; Narrativa, Attualità, Saggistica e Archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale edite. Premio di Giornalismo "A. Ravel". Premio Speciale per una personalità della Campania che si è distinta particolarmente sul piano nazionale.

La premiazione si svolge nello scenario delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile, il complesso, unico al mondo, ha origini pagane e annovera sette basiliche di varie epoche. Oggi rappresenta uno dei più suggestivi complessi artistico - religiosi in Italia.

 

Il Premio consiste in un artistico campanile d'argento che raffigura il simbolo della cristianità ubicato nel complesso basilicale di Cimitile.

 

Il PREMIO CIMITILE ha come fiore all’occhiello la sezione inedita di narrativa con la premiazione dell’opera e la pubblicazione su tutto il territorio nazionale da parte di Guida editore di Napoli. La finalità della manifestazione è quella di promuovere e sollecitare il gusto alla lettura e rappresenta un appuntamento importante per la cultura in genere e, soprattutto per l’occasione di scoprire autori inediti. Nel panorama letterario italiano, sono rari i premi con una sezione dedicata alle opere inedite da pubblicare a cura di un editore di rilievo nazionale, in Campania, la nostra iniziativa è sicuramente l’unica, dando l’opportunità ad autori emergenti di vedere pubblicata la propria opera. Inoltre, favorire la crescita di attività imprenditoriali e dell’economia sociale nell’ambito del settore culturale e del tempo libero con particolare riferimento al turismo culturale.

 

Gli obiettivi  del PREMIO CIMITILE vogliono essere, la promozione e lo sviluppo al gusto della lettura, cercando di riavvicinare le persone alla cultura, al libro, alla letteratura, favorendo la promozione culturale, la valorizzazione e la conoscenza delle bellezze artistiche e paesaggistiche del nostro territorio, in particolare la storia archeologica racchiusa nelle pietre del complesso basilicale di Cimitile, che fa da scenario incantevole della manifestazione PREMIO CIMITILE e fulcro dell’intera area nolana. E’ proprio questo il percorso ventennale che si propone il Premio Cimitile. Dal 1996, ad oggi, il segno tangibile di un percorso che ha visto il succedersi di affermazioni culturali e sociali senza precedenti nella storia della cultura e dell’associazionismo locale. Un percorso che ha avuto a fine 2009 un ulteriore suggello: l'inserimento della Fondazione nell'albo delle Istituzioni di Alta Cultura della Regione Campania.

L’iniziativa PREMIO CIMITILE, nasce nel 1996, con la sezione inedita di narrativa ad oggi ha scoperto venti scrittori con la pubblicazione di altrettanti opere. Nel corso delle venti edizioni il campanile d’argento, simbolo del PREMIO CIMITILE è stato assegnato alle firme più prestigiose  della letteratura, del giornalismo, del mondo culturale,  dello spettacolo, della scienza. Alcuni dei nomi presenti nell’albo dei vincitori: Antonio Ghirelli; Miriam Mafai; Michele Prisco; Riccardo Pazzaglia; Luciano De Crescenzo; Michele Santoro; Sergio Zavoli; Luca Goldoni; Lucia Annunziata; Giulio Andreotti; Federico Moccia; Gianni Minà; Licia Colò; Roberto Gervaso; Franco Di Mare;  Alessandro Meluzzi; Marcello Veneziani; Massimo Cacciari; Roberto Napoletano;  Giovanni Floris; Alberto Angela; Bianca Berlinguer; Silvana Giacobini; Antonio Caprarica; Vittorino Andreoli;  Claudio Angelini;  Roberto Giacobbo; Antonella Boralevi; Aldo Cazzullo; Nando dalla Chiesa; Francesco Giorgino; Luca Telese; Mauro Mazza; Gianni Riotta; Fabrizio Bisconti; Valerio Massimo Manfredi; Riccardo Iacona; Marcello Sorgi; Luigi Giampaolino; Gian Antonio Stella; Sergio Rizzo; Paolo Mieli; Mario Orfeo; Franco Roberti; Diego De Silva; Alessandro Orsini; Tommaso Cerno; Bruno Luverà; Raffaele Cantone; Andrea Scanzi, Vito Mancuso; Tiziana Panella; Andrea Ballabio; Sara Rattaro; Mario Giordano; Alessandro Barbano; Alessandro Pansa; Carlo Verna; Giovanni Grasso; Paolo Borrometi; Tommaso Labate; Federico Cafiero De Raho; Francesca Romana Elisei. 

Il PREMIO CIMITILE ha posto al centro delle sue attività  il valore della cultura quale fattore di sviluppo socio – economico dell’area nolana all’interno del sistema Paese, attraverso, anche, la valorizzazione del patrimonio storico- artistico e archeologico delle Basiliche Paleocristiane  presente nel comune di Cimitile e con la sezione dedicata a studi e ricerche in campo archeologico-cristiano a livello internazionale, il Premio Cimitile diventa ogni anno una sintesi di arte e cultura nelle loro varie espressioni.

L'iniziativa vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Campania, Provincia di Napoli, Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

 

E’ una settimana intensa di arte, storia, archeologia, cultura, religione, densa di eventi, momenti di riflessioni, il territorio che ha modo di raccontarsi, un articolato programma di  iniziative di elevato spessore culturale, volte a promuovere la lettura del libro, la letteratura e la diffusione dei valori umanitari che sono alla base di una civile e democratica cittadinanza, che vede la partecipazione di personalità del mondo della cultura, della politica, della religione e dello spettacolo e la riscoperta dei Beni Culturali dell’intera area nolana. Nell’arco della settimana c’è una notevole ed interessata affluenza di pubblico che sfiora le cinquantamila presenze.

Tutti gli eventi della settimana trovano ampia risonanza a livello Regionale e Nazionale sui mezzi della comunicazione di massa (stampati e audiovisivi). La suggestione ed il valore assoluto dello scenario del complesso basilicale paleocristiano di Cimitile, che fa da cornice all’iniziativa, vengono posti all’attenzione del pubblico anche attraverso una produzione televisiva della serata finale di premiazione – spettacolo e messa in onda nei mesi di luglio, agosto e settembre su numerosi circuiti televisivi regionali, interregionali e nazionali.