top of page
  • Fondazione Premio Cimitile

La Fondazione Premio Cimitile partecipa al Convegno Internazionale di Studi Longobardi a Cividale del Friuli



La Fondazione Premio Cimitile, rappresentata dal suo presidente Felice Napolitano, ha ricevuto per oggi un invito speciale a Cividale del Friuli, presso la suggestiva chiesa di San Francesco. L'occasione è stata il IV Convegno Internazionale di Studi Longobardi dal titolo “Grimoaldo. Dal ducato friulano al regno”, organizzato dal Centro Studi Longobardi, dalla Fondazione de Claricini Dornpacher e dalla Deputazione di Storia Patria per il Friuli.


Ha introdotto e coordinato i saluti istituzionali il direttore de “Il Tempo”, Tommaso Cerno, già vincitore del Premio Cimitile nel 2016. Nel corso del suo intervento a Cividale del Friuli, Felice Napolitano, portando i saluti della Fondazione, ha sottolineato l'importanza degli eventi culturali nel promuovere il patrimonio artistico e storico italiano. Il Presidente ha poi illustrato le attività della Fondazione, sottolineando la proficua collaborazione con il Centro Studi Longobardi e con il suo Presidente, il professore Gabriele Archetti. Questa collaborazione, d’intesa con la Regione Campania, la Città Metropolitana di Napoli, il Comune di Cimitile, i Dipartimenti di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell’Università degli Studi del Molise e di Lettere e Beni Culturali dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, dal 2008 consente l’organizzazione dei Convegni Internazionali sull’Archeologia Tardoantica e Medievale che, curati dai professori Carlo Ebanista e Marcello Rotili, ogni anno riuniscono qualificati studiosi provenienti da Università e istituzioni internazionali. In conclusione del suo intervento il Presidente ha anticipando la data della XXIX edizione del Premio Cimitile, in programma dall'8 al 15 giugno, ed ha presentato uno spot video dedicato al Complesso Basilicale Paleocristiano, invitando tutti i presenti a pianificare una visita al sito archeologico.


Più di 70 studiosi provenienti da tutto il mondo parteciperanno ai quattro giorni di incontri, focus e conferenze dedicati agli anni centrali del VII secolo. Questo periodo, seppur oscuro, è cruciale per la formazione del primo medioevo, dominato dal potente duca di Benevento e successivamente re longobardo, Grimoaldo. La sua morte nel 671 segnò la fine di un'epoca, lasciando dietro di sé un regno longobardo unito, che estendeva la sua influenza ben oltre i confini originari.


Tra i partecipanti all'evento, alcuni relatori che hanno contribuito al successo del recente Convegno Internazionale di Studi tenutosi nelle Basiliche Paleocristiane di Cimitile, tra cui Carlo Ebanista, Università del Molise, Marcello Rotili, Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Gabriele Archetti, Presidente del Centro Studi Longobardi, Francesca Stroppa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Silvana Rapuano, Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e Bruno Figliuolo, Università di Udine. Venerdì 26 aprile è in programma l'intervento del prof. Carlo Ebanista dal titolo “Santuari, pellegrinaggi e circolazione di reliquie”.


Oltre a essere un'opportunità di arricchimento culturale, l'incontro di oggi ha permesso di rivedere alcuni cimitilesi trasferitisi, oltre vent'anni fa, a Cividale, come Felice Sibilla, medico di base, Teresa Dennetta, avvocato, e Mimma Cece con suo marito Andrea Campanile, colonnello medico, residenti a Gorizia.


Questo evento non è solo un momento di alta formazione e scambio accademico, ma anche un'occasione per riscoprire e valorizzare le radici comuni europee, celebrando una storia che ha unito diverse culture sotto un unico regno. Con il sostegno di enti nazionali e internazionali, il convegno rappresenta un ponte verso il futuro della ricerca storica e culturale in Europa.

Comments


News importanti
News recenti
Archivio
Tags
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook App Icon
  • IG
  • YouTube Social  Icon
bottom of page